Olivetti

spazio di memoria

A metà maggio 2014 le vecchie officine Olivetti a Ivrea hanno ospitato un evento del FAI, Fondo Ambiente Italiano. Per l’occasione Bellissimo ha creato una campagna per rilanciare il dibattito sul futuro del luogo.

Dopo anni di inattività i primi impianti Olivetti sono in attesa di una rinascita. La fabbrica Mattoni Rossi e le ICO, come sono chiamate in città, sono un patrimonio architettonico e umano, già candidato all’UNESCO.

Il Fondo Atlantic2-Berenice, proprietario degli edifici, e gli studi di architettura coinvolti nel progetto hanno chiesto a Bellissimo di curare la grafica e la comunicazione della campagna per rilanciare l’attenzione sul luogo in vista del futuro percorso di recupero, a partire proprio dall’evento del FAI.

Bellissimo invita alla riflessione con tre parole chiave e l’hashtag #saveasOlivetti, invito alla memoria storica e riferimento alla storia dell’azienda, pioniera nel calcolo elettronico.

La grafica è rigorosa e essenziale. I colori pieni della metà inferiore della cartolina dialogano con la fotografia di Paolo Mazzo – F38F, e richiamano direttamente le custodie metalliche di diversi modelli della Lettera 32 e della Lettera 52 prodotte dall’azienda.

Non a caso il font usato è il Delika, disegnato da Bellissimo nel 2002 esclusivamente per lo style magazine Label, e ispirato proprio a uno dei caratteri impiegati nelle macchine da scrivere Olivetti.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ogni mese Bellissimo racconta i suoi progetti più recenti. Se vuoi ricevere la newsletter, compila il form che trovi qui.