Giappichelli Editore

cover story

Per i suoi cento anni, la prestigiosa casa editrice 
di testi universitari si presenta con una nuova  veste grafica. Bellissimo si occupa del restyling  del logo e delle copertine.

Giappichelli è un prolifico editore con sede a Torino, riferimento italiano per i volumi di giurisprudenza e economia. Fondata nel 1921 da Modesto Giappichelli, grande appassionato di libri in origine bidello all’università, la casa ha pubblicato nel tempo esperti e studiosi come Einaudi, Bobbio,
Vattimo, Mila, Cantone.

In occasione del centenario, e di un momento di riflessione sulle strategie, la società diretta dalle nuove generazioni della famiglia Giappichelli ha deciso di intraprendere un percorso di restyling visivo insieme allo studio.

Il primo passo della collaborazione è l’ammodernamento del logo:
a partire dal design precedente —il pittogramma di una “G” che si piega come la pagina di un libro— Bellissimo ha lavorato su colori e essenzialità.

Il nuovo simbolo si alleggerisce dell’effetto 3D e introduce un carattere tipografico più autorevole: editoriale, contemporaneo.

Gli elementi dell’identità visiva rinnovata danno vita al logo speciale pensato per celebrare il centenario: il segno della piega diventa il tratto superiore del numero 1 — per un’interpretazione dinamica di un segno di festeggiamento storico.

Il logo del centenario si mostrerà insieme al ritratto del fondatore Modesto Giappicchelli in una campagna stampa celebrativa (curata dallo studio unicamente sotto l’aspetto grafico).

Un’operazione più profonda e radicale la richiede il restyling dei prodotti, i testi universitari, di cui Bellissimo disegna il nuovo sistema di copertine.

A fronte di un catalogo enorme, con una ricca varietà di collane, il progetto per le nuove linee grafiche crea un sistema visivo flessibile e coerente —un sistema generativo— capace di coniugare efficienza e riconoscibilità.

Le indicazioni di Bellissimo superano di fatto l’approccio passato della casa editrice, che in copertina lasciava liberamente spazio ai soggetti legati alla materia degli autori e delle autrici.

Il nuovo sistema imposta invece uno schema grafico uniforme, con elementi fissi in spazi variabili: un metodo, un ritmo, che dà forza all’identità di marca complessiva e valorizza lo “scaffale” Giappichelli — nelle librerie come nelle case di studenti e professionisti.

A proposito di libri sulle librerie, qui di seguito lo schema progettuale per i dorsi dei volumi.

Per lo studio è un gradito ritorno al settore dell’editoria dopo la fortunata esperienza con Codice Edizioni.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ogni mese Bellissimo racconta i suoi progetti più recenti. Se vuoi ricevere la newsletter, compila il form che trovi qui.