Ballantine’s Finest Jazz Experience

hai mai bevuto questa musica?

Bellissimo crea una serie di appuntamenti jazz curati in ogni dettaglio, per legare Ballantine’s a un pubblico più giovane e raffinato.

Coppola in testa e una maglietta con scritto “Miles was probably drinking Ballantine’s”. Nelle esperienze off-beat realizzate da Bellissimo anche il dress code dei camerieri era studiato nei particolari — “Miles”, ça va sans dire, è Davis.

Per riposizionare lo scotch whisky prodotto da Pernod Ricard verso un nuovo pubblico, nel 2007 lo studio ha organizzato due eventi in club di Roma e Milano, occupandosi dell’immagine e della logistica.

Menu in formato LP, fiammiferi e sottobicchieri, l’insegna al neon con le lampadine attorno: ogni elemento concorreva a creare l’atmosfera avvolgente dei tempi d’oro del jazz.

Per intrattenere il pubblico era allestita anche una postazione radio in vecchio stile, affidata ai musicisti Mao e Stefano Ghittoni (The Dining Rooms). Il resto era amore per il dettaglio, terzine e calore.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ogni mese Bellissimo racconta i suoi progetti più recenti. Se vuoi ricevere la newsletter, compila il form che trovi qui.